Laurea magistrale
in coordinamento e gestione
dei servizi educativi

Laurea magistrale
in coordinamento e gestione
dei servizi educativi
Presentazione
  • In breve

  • Tipo di LaureaLaurea Magistrale

  • Durata2 anni

  • Crediti120 crediti

    Miur CodLM-50

  • AccessoLibero

  • LinguaItaliano

  • Sede Portogruaro

Presentazione Laurea magistrale in coordinamento e gestione dei servizi educativi

Caratteristiche del Corso di Studio

Il corso di studio “Coordinamento e gestione dei servizi educativi” è un percorso di Laurea Magistrale della classe LM-50 (Programmazione e gestione dei servizi educativi) che consente, ai sensi dell'articolo 1, comma 595 della L. 205/2017, di ottenere la qualifica di 'pedagogista'. Il laureato magistrale si caratterizza come figura apicale esperta nell'ambito dei servizi educativi, formativi e di cura alla persona nei diversi contesti formali, non formali e informali svolgendo una funzione di coordinamento e di gestione di servizi e di risorse. Il percorso formativo è articolato in un unico curriculum e l'organizzazione della didattica si articola in insegnamenti disciplinari e laboratoriali che coniugano la dimensione teorica con quella più propriamente pratico-operativa. Le attività formative prevedono - oltre le attività di didattica d’aula - seminari, laboratori e attività di tirocinio che sarà svolta presso enti convenzionati. Il corso offre lo sviluppo di conoscenze e competenze nella progettazione, coordinamento e gestione dei servizi educativi e formativi e delle risorse umane, nel management delle politiche sociali e culturali, nell’assicurazione di servizi di qualità attraverso la promozione di processi di innovazione e politiche di comunità.

Requisiti di Accesso

Il corso di studi non presenta un accesso programmato e vi possono accedere: a) gli studenti in possesso di una laurea triennale nelle classi 18 (DM 509/99) o L-19 (DM 270/04); b) gli studenti provenienti da corsi di studio in classi diverse che presentino precisi CFU in specifici settori disciplinari (si rimanda al regolamento didattico); c) studenti in possesso di titoli di laurea conseguiti prima dell'entrata in vigore prima del DM 509/99 (c.d. 'vecchio ordinamento') previa valutazione della coerenza fra l'impianto del corso magistrale e il piano degli studi pregresso. Il corso di studio prevede la verifica della preparazione personale degli studenti tramite un colloquio iniziale volto a verificare i requisiti di accesso, la conoscenza della lingua inglese (padronanza di un linguaggio specifico ad un uso richiesto in contesti socio-educativi equiparabili al B1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento) e le eventuali esperienze professionali.

Sbocchi professionali

Il pedagogista rappresenta una figura esperta nella gestione e nel coordinamento dei servizi educativi, formativi e di cura. Si tratta dunque di una figura complessa e multisfaccettata, capace di leggere ed interpretare la complessità del lavoro educativo, dei territori, delle emergenze sociali e in grado di elaborare proposte di intervento attraverso i servizi. La sua azione si focalizza sul soggetto-persona, inteso in senso olistico e nelle diverse età della vita, entro il più ampio quadro del sistema di welfare e dei servizi alla persona.

Laurea magistrale
in coordinamento e gestione
dei servizi educativi

Laurea magistrale
in coordinamento e gestione
dei servizi educativi
Presentazione
  • In breve

  • Tipo di LaureaLaurea Magistrale

  • Durata2 anni

  • Crediti120 crediti

    Miur CodLM-50

  • AccessoLibero

  • LinguaItaliano

  • Sede Portogruaro

Presentazione Laurea magistrale in coordinamento e gestione dei servizi educativi

Caratteristiche del Corso di Studio

Il corso di studio “Coordinamento e gestione dei servizi educativi” è un percorso di Laurea Magistrale della classe LM-50 (Programmazione e gestione dei servizi educativi) che consente, ai sensi dell'articolo 1, comma 595 della L. 205/2017, di ottenere la qualifica di 'pedagogista'. Il laureato magistrale si caratterizza come figura apicale esperta nell'ambito dei servizi educativi, formativi e di cura alla persona nei diversi contesti formali, non formali e informali svolgendo una funzione di coordinamento e di gestione di servizi e di risorse. Il percorso formativo è articolato in un unico curriculum e l'organizzazione della didattica si articola in insegnamenti disciplinari e laboratoriali che coniugano la dimensione teorica con quella più propriamente pratico-operativa. Le attività formative prevedono - oltre le attività di didattica d’aula - seminari, laboratori e attività di tirocinio che sarà svolta presso enti convenzionati. Il corso offre lo sviluppo di conoscenze e competenze nella progettazione, coordinamento e gestione dei servizi educativi e formativi e delle risorse umane, nel management delle politiche sociali e culturali, nell’assicurazione di servizi di qualità attraverso la promozione di processi di innovazione e politiche di comunità.

Requisiti di Accesso

Il corso di studi non presenta un accesso programmato e vi possono accedere: a) gli studenti in possesso di una laurea triennale nelle classi 18 (DM 509/99) o L-19 (DM 270/04); b) gli studenti provenienti da corsi di studio in classi diverse che presentino precisi CFU in specifici settori disciplinari (si rimanda al regolamento didattico); c) studenti in possesso di titoli di laurea conseguiti prima dell'entrata in vigore prima del DM 509/99 (c.d. 'vecchio ordinamento') previa valutazione della coerenza fra l'impianto del corso magistrale e il piano degli studi pregresso. Il corso di studio prevede la verifica della preparazione personale degli studenti tramite un colloquio iniziale volto a verificare i requisiti di accesso, la conoscenza della lingua inglese (padronanza di un linguaggio specifico ad un uso richiesto in contesti socio-educativi equiparabili al B1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento) e le eventuali esperienze professionali.

Sbocchi professionali

Il pedagogista rappresenta una figura esperta nella gestione e nel coordinamento dei servizi educativi, formativi e di cura. Si tratta dunque di una figura complessa e multisfaccettata, capace di leggere ed interpretare la complessità del lavoro educativo, dei territori, delle emergenze sociali e in grado di elaborare proposte di intervento attraverso i servizi. La sua azione si focalizza sul soggetto-persona, inteso in senso olistico e nelle diverse età della vita, entro il più ampio quadro del sistema di welfare e dei servizi alla persona.